SV_vol17_2009

Editore

Federazione Speleologica Veneta

Scarica questa pubblicazione

Download

Speleologia Veneta, Vol. 17 - 2009
Volume 17

0.0/5 di voti (0 voti)

EDITORIALE
Per Speleologia Veneta, cosa vogliamo.
Non è una domanda ma un punto di partenza per capire dove vogliamo andare con questa rivista.
Molteplici sono le opinioni per eccellere nel panorama editoriale speleologico Italiano ma, alla fine è una questione di opportunità e di scelte.
Per lunghi anni ho perseguito la volontà e la spasmodica ricerca, all’interno della redazione, per far pubblicare tutto quello che veniva prodotto dai gruppi veneti affiliati nella Federazione Speleologica Veneta.
Lo ritenevo un punto imprescindibile per far crescere autori e metodo di lavoro in quanto, una volta, pochi erano i lavori scritti, poche le ricerche pubblicate – forse anche per un contenitore non molto piacevole ed attraente – e quindi, pagando con brutte figure ed errori, si davano alle stampe lavori che francamente non meritavano l’inchiostro speso. Ma c’erano anche delle buone cose, incerti autori che piano piano sono cresciuti, ricercatori che abbandonavano la ritrosia nello scrivere, anzi finalmente usavano questo come “guerra” all’oblio di ottime scoperte. E’ stato un grande risultato per la speleologia Veneta.
Di concerto personalmente ho perseguito per lunghi anni la richiesta in assemblea di fondi per fare e poter stampare un rivista attraente non solo nei contenuti ma anche nelle forme e devo dare atto ai delegati ed ai rappresentanti dei 28 gruppi affiliati di non aver mai frapposto negazioni ma anzi di aver perorato senza incerti qualsiasi richiesta economica per migliorare il nostro Organo Ufficiale. Ora abbiamo raggiunto un buon livello riconosciuto non solo in ambito locale, grazie a un buon lavoro di redazione e di revisione dei testi di concerto con gli autori. Forte per alcuni di noi c’è la voglia di compiere un ulteriore salto verso un impeccabile rivista, che abbia caratteristiche scientifiche anche di alto livello. Ma ritengo che fare una rivista scientifica o troppo rigorosa sarebbe pericoloso e fuori dai veri obbiettivi della Federazione Veneta. La rivista è lo specchio dei gruppi veneti con tutte le cose positive e negative che una simile organizzazione è in grado di esprimere e su questo riporto una parte di una lettera che mi ha raggiunto e, condividendola pienamente, con franchezza esprime esattamente il pensiero che mi ha fatto lavorare in varie posizioni per 17 anni in questa rivista 
“…una considerazione generale sulla rivista: soprattutto negli ultimi numeri speleologia veneta mi è sembrato una rivista ben fatta, in cui c’è spazio sia per articoli con contenuti importanti e ben strutturati sia per articoli “minori” più incentrati sull’aspetto dell’esperienza personale o di gruppo.
Personalmente ritengo che questa linea sia condivisibile anche perché rispecchia quella che è la realtà della speleologia veneta e da la possibilità a tutti i gruppi di essere presenti anche se non hanno possibilità di produrre lavori di ricerca importanti.
E’ sicuramente un incentivo per tutti a scrivere e a pubblicare materiale. 
E’ sicuramente importante mantenere comunque un livello minimo accettabile, e mi pare comunque che negli ultimi numeri questo livello sia stato abbondantemente superato, naturalmente con picchi positivi e negativi che dipendono comunque anche da un inevitabile giudizio soggettivo di quello che viene pubblicato.”…

Cercare di migliorare è doveroso ma è necessario trovare un compromesso, lasciando lo spazio anche a chi senza titolo ma con grande passione aggiunge ogni giorno un tassello di VERA speleologia al contesto sociale e culturale espresso dalla Federazione Speleologica Veneta.
E’ necessario comunque trovare una certa omogeneità ed è per questo che adotteremo un limite alla lunghezza degli articoli, come vedrete nelle indicazioni per gli autori, primo passo per raggiungere questo obiettivo. Ce ne scuserà il lettore quindi se in questo numero troverà due lunghissimi articoli che abbiamo deciso di pubblicare ugualmente, uno per la specificità e rigore scientifico l’altro per la godibilissima prosa e rigore storico di una ricerca perdurata per lunghi anni.

Paolo Gasparetto


INDICE DEGLI ARTICOLI

EDITORIALE

NOVITÀ ED EVENTI

  • Francesco Sauro - Nuove esplorazioni
  • Premio di speleologia “Gianni e Mauro” Assegnazione bando 2006-2007
  • Premio di speleologia “Gianni e Mauro” Sesto bando di concorso 2008-09
  • Luca Gerlain - Plastico dei Colli Berici
  • Giovanni Ferrarese - European Cave Rescue Meeting – Treviso, Italy 22-24 May 2009
  • Giovanni Ferrarese - Corso di Aggiornamento Istruttori della Scuola Nazionale CAI


GLI ARTICOLI

  • Matteo Burato - Dieci anni di Vluder
  • Alberto e Guido Rossetto - Buso della rana – 30/12/2008 – Ramo Fossile di Sinistra
  • Andrea Ceradini - Fenomeni Carsici del Monte Baldo Centrorientale
  • Michele Tommasi - Antri di soglia - Nel regno delle aquile
  • Galliano Bressan, Romeo Uries - Santa Catalina 2009, Cuba


IN PROFONDITA’

  • Edoardo Bellocchi, Francesco Boifava, Luca Dal Molin e Giancarlo Marchetto - L’indice di Langelier e la radioattività ambientale
  • Domenico Zanon - Ricerche biospeleologiche condotte sul Corno d’Aquilio


AD MEMORIAM

  • Ricordo di Michele


CATASTO

  • Paolo Mietto - Catasto delle Grotte del Veneto, XII aggiornamento

Specifiche

  • Autore: A.A.V.V.
  • Editore: Federazione Speleologica Veneta
  • Anno: 2009
  • Pagine: 164
  • ISBN-10: 9788890377785

Condividi

I Gruppi Veneti

  • Arianna Speleologia Esplorativa e di Ricerca

    A.S.E.R.

    Treviso

  • Gruppo Speleologico Valdobbiadene

    G.S.V.

    San Pietro di Barbozza, Treviso

  • Equipe Veneziana di Ricerca

    E.V.R.

    Venezia, Venezia

  • Gruppo Speleologico Padovano CAI

    G.S.P. CAI

    Padova

  • Gruppo Speleologico "I Barbastrji" CAI Marostica

    S.B.M.

    Marostica, Vicenza

  • Centro Ricerche Naturalistiche Monti Lessini

    C.R.N.M.L.

    Verona

  • Gruppo Grotte G. Trevisiol CAI Vicenza

    G.G.G.T. CAI Vicenza

    Vicenza

  • Gruppo Speleologi CAI Malo

    G.S.M. CAI

    Malo, Vicenza

  • Gruppo Grotte CAI Valdagno

    G.G.V. CAI

    Valdagno, Vicenza

  • Gruppo Grotte Falchi

    G.G.F.

    Verona

  • Gruppo Grotte CAI Schio

    G.G. CAI Schio

    Schio, Vicenza

  • Unione Speleologica Veronese

    U.S.V.

    Verona

  • Gruppo Speleologico Settecomuni

    G.S.7C.

    Asiago, Vicenza

  • Gruppo Speleologico Geo CAI Bassano

    G.S. Geo CAI Bassano

    Bassano del Grappa, Vicenza

  • Club Speleologico Proteo

    C.S.P.

    Vicenza

  • Gruppo Speleologico Reithia

    G.S.R.

    Borso del Grappa, Treviso

  • Gruppo Speleologico CAI Feltre

    G.S. CAI Feltre

    Feltre, Belluno

  • Gruppo Speleologico CAI Verona

    G.S. CAI Verona

    Verona

  • Gruppo Grotte Giara Modon

    G.G.G.

    Valstagna, Vicenza

  • Gruppo Speleologico CAI Vittorio Veneto

    G.S. CAI V.V.

    Vittorio Veneto, Treviso

  • Gruppo Amici della Montagna - Verona

    G.A.M.

    Verona

  • Gruppo Grotte Treviso

    G.G.T.

    Treviso

  • Gruppo Speleologico Montecchia

    G.S.M.

    Montecchia di Crosara, Verona

  • Gruppo Grotte Solve CAI

    G.G.S. CAI

    Belluno

  • Gruppo Attività Speleologica Veronese

    G.A.S.V.

    Verona

  • Gruppo Naturalistico Montelliano Nervesa

    C.N.M. Nervesa

    Nervesa della Battaglia, Treviso

  • Gruppo Speleologico Seren del Grappa

    G.S.S.G.

    Seren del Grappa, Belluno

  • Gruppo Speleologico San Marco

    G.S.S.M.

    Trivignano, Venezia

  • Gruppo Speleologico Opitergino CAI Oderzo

    G.S.O. CAI Oderzo

    Oderzo, Treviso

Copyright © 2012 Federazione Speleologica Veneta. Tutti i diritti riservati.
Via Monte Pelmo 12, 30020 Marcon (VE)

Abbiamo 89 visitatori e nessun utente online